cola sterculia acuminata Cola – Cola acuminata Beauv., Cola nitida Schott & Endl. – Sterculiaceae

I semi di queste specie contengono polifenoli (flavonoidi, tannini catechici e procianidine) e metilxantine (teobromina, teofillina e caffeina), presenti comunque in quantità inferiori rispetto al caffè. Tradizionalmente utilizzata come rimedio anti-fatica e diuretico, la Cola viene oggi sfruttata come fonte di caffeina ed è presente anche in specialità medicinali. E’ assai interessante constatare che nella polvere totale della noce di cola, le basi puriniche sono fissate ai flavonoidi e vengono liberate lentamente nell’intestino, assicurando pertanto un’azione prolungata eludendo gli effetti eccitanti della caffeina. La molecola della caffeina è strutturalmente simile all’adenina ed esplica quindi un’inibizione competitiva con conseguente aumento dei livelli di epinefrina (adrenalina) e noradrenalina che vanno a stimolare il sistema nervoso simpatico.

La caffeina è anche un inibitore della fosfodiesterasi, l’enzima che converte il cAMP (adenosinmonofosfato ciclico) nella sua forma aciclica (AMP). Poiché il cAMP è secondo messaggero per l’azione dell’adrenalina, ridurre l’attività della fosfodiesterasi significa prolungare ulteriormente l’effetto di adrenalina/epinefrina e sostanze simili.