pungitopoPungitopo – Ruscus aculeatus L. – Liliaceae

Il pungitopo è una pianta originaria del bacino del mediterraneo, ma la ritroviamo dall’Europa centrale al nord Africa e al sud ovest dell’Asia fino ad un’altitudine di 1200 m.

I composti principali contenuti nell’estratto di pungitopo sono dei saponosidi a genina steroidica, che possono rappresentare fino al 6% del peso dell’estratto. I principali sono degli eterosidi della ruscogenina e della neoruscogenina. Si ritrovano inoltre steroli, acidi grassi, zuccheri semplici e complessi, una piccola quantità di olio essenziale, dei derivati benzofuranici e un buon numero di flavonoidi, in particolare rutina ed esperidina metilcalcone.

Il Pungitopo viene impiegato nella terapia dell’insufficienza venosa, in particolare di quella a carico degli arti inferiori e del plesso emorroidario. Questa azione è dovuta soprattutto ai saponosidi di cui il Rusco è ricco, ma non è trascurabile il ruolo svolto dai flavonoidi. In particolare i saponosidi sono in grado di stimolare gli alfa recettori adrenergici post-sinaptici delle cellule lisce della parete vascolare, favorendo così i fenomeni di vasocostrizione e migliorando quindi il tono venoso.