fitobios-zinco-jpgZinco (Zn, oligoelemento)

Lo zinco è un elemento essenziale per la vita degli esseri umani e di tutti gli animali superiori. È un oligoelemento presente in tutti i tessuti (soprattutto muscoli e fegato), è parte integrante delle ossa e dei denti.

Svolge diverse funzioni biologiche che rendono possibile l’azione di moltissimi enzimi: promuove la divisione cellulare, è indispensabile per la sintesi della cheratina (è quindi prezioso per la pelle e per il cuoio capelluto), favorisce la cicatrizzazione delle ferite e stimola l’attività degli osteoblasti. Insieme al rame potenzia l’azione dell’enzima superossido dismutasi che trasforma i radicali liberi in perossido di idrogeno (acqua ossigenata). Interviene nella formazione delle proteine, in alcune funzioni degli ormoni e del sistema nervoso, nei processi di accrescimento e nella difesa immunitaria. La sua presenza si rende indispensabile per l’ottimale metabolismo del fosforo, per la digestione dei carboidrati, per la sintesi degli acidi nucleici, per la formazione dell’insulina e per l’assorbimento delle vitamine. Dipende dallo zinco anche la formazione dello sperma maschile e dell’ovulo femminile. Lo Zinco è il catalizzatore delle funzioni ipofisarie.

Tipici sintomi da carenza di Zinco sono diarrea, lesioni cutanee ricorrenti con problemi di cicatrizzazione, distrofia delle unghie ed arresto della loro crescita, capelli fragili e radi fino all’alopecia diffusa, ipotensione, anoressia, disturbi del gusto e dell’olfatto, disturbi della visione, ritardo nella crescita e nella maturazione sessuale, impotenza, sterilità, diminuzione della libido, perdita di peso, infiammazione dei villi intestinali, danni a carico dell’apparato osteoarticolare, immunodepressione, disturbi del comportamento, del sonno, depressione, letargia, irritabilità, convulsioni, riduzione delle facoltà intellettuali, perdita di memoria.

E’ indicato in caso di malattie infettive, nelle disfunzioni ipofisarie, nei problemi della pelle (acne giovanile, iperseborrea, eritema, eczema, ulcere, ferite) e delle unghie, nell’herpes labiale recidivante, nell’ipertrofia prostatica. E’ indicato anche in gravidanza, in allattamento, nella pre-maturità, durante l’uso di contraccettivi orali.