Glucosamina

Presente nell’organismo all’interno di Proteoglicani. La glucosammina solfato ne rappresenta la forma più biodisponibile (90%) ed è la più utilizzata nel trattamento delle osteoartriti, dove è considerata una Disease-Modifying OsteoArthritic Drug, ovvero un composto in grado di prevenire il deterioramento della cartilagine e di migliorare la sintomatologia. Si ipotizza che agisca sia inibendo gli enzimi lisosomiali (che distruggono la cartilagine) che stimolando la biosintesi di proteoglicani.