caffeina okCaffeina

La molecola della caffeina è strutturalmente simile all’adenina ed esplica quindi un’inibizione competitiva con conseguente aumento dei livelli di adrenalina e noradrenalina che vanno a stimolare il sistema nervoso simpatico. La caffeina è anche un inibitore della fosfodiesterasi, l’enzima che converte il cAMP (adenosinmonofosfato ciclico) nella sua forma aciclica (AMP). Poiché il cAMP è secondo messaggero per l’azione dell’adrenalina, ridurre l’attività della fosfodiesterasi significa prolungare ulteriormente l’effetto di adrenalina/epinefrina e sostanze simili. Il suo utilizzo in prodotti per lo sport è diffusissimo, grazie alla sua proprietà di aumentare la forza muscolare, la potenza e la resistenza durante l’attività fisica, migliorando le performances anche in condizioni di stress e di carenza di carboidrati. L’utilizzo congiunto di Caffeina e Creatina, messo in discussione negli anni 90, è oggi considerato positivamente grazie ai risultati ottenuti da studi successivi.