andrographisAndrographis – Andrographis paniculata Nees – Acanthaceae

Utilizzata sin dall’antichità nella medicina tradizionale indiana grazie alle sue proprietà antibiotiche, antipiretiche, antinfiammatorie ed antiepatotossiche. Il principale costituente estratto dalle foglie di questa pianta è l’andrografolide, un lattone amaro. L’attività immunostimolante dell’Andrographis è evidenziata da un aumento sia nella proliferazione dei linfociti che nella produzione di interleuchina-2 e di Tumor Necrosis Factor-α. In diversi studi sull’uomo ha mostrato notevoli capacità nel ridurre le secrezioni nasali di pazienti raffreddati, mentre una Systematic Review della letteratura internazionale ha evidenziato che l’utilizzo di Andrographis rappresenta un buon trattamento delle infezioni acute dell’alto tratto dell’apparato respiratorio. L’analisi di ben sette studi clinici controllati ed in doppio cieco ha portato alla conclusione che si tratta di una pianta sicura.