alteaAltea – Althaea officinalis L. – Malvaceae

Pianta largamente diffusa nei luoghi umidi e freschi del nostro Paese, di cui si utilizza soprattutto la radice ricca in mucillagini (18-35%) e pectine (circa 35%), ma anche le foglie. In effetti, grazie all’abbondanza in mucillagini, le radici dell’altea sono state utilizzate tradizionalmente come rimedio per i disordini gastrointestinali. Anche i fitoterapeuti contemporanei apprezzano le loro ottime qualità demulcenti ed emollienti, nelle glossiti nelle gastriti e nelle coliti, mentre le foglie possono essere utilmente usate per cistiti, uretriti e sabbia renale, bronchiti e tosse irritata. L’infuso a freddo della radice della pianta riduce l’irritazione a livello locale.